Flamma Draconis

Artisti del Fuoco Incantatori di Folle

Lancia
Cosa siamo: La Flamma Draconis è un gruppo di artisti di strada specializzato nel fuoco e nell'improvvisazione teatrale ispirata dai testi giullareschi medievali e la commedia dell'arte su canovaccio. Da sempre caratterizzata da uno spiccato e irriverente spirito goliardico instaura un rapporto diretto col pubblico costruendo assieme ad esso momenti di ilarità di cui è la prima a godere. L'animo faceto viene all'occorrenza stemperato per dar vita a momenti solenni carichi di tensione oppure per tessere scenari poetici dove risaltano solo le fiamme e il buio della notte.
deco
Le origini; Prima delle fiamme v'erano le spade. Non è un enigma ne tantomeno una citazione tratta da "Conan il barbaro" o "Walker Texas Ranger" bensì la sintesi di ciò che precede la nascita della Flamma Draconis. L'amore per la scherma storica spinse Enrico (Caino il Pio) e Filippo (Giuda l'Onesto) agli insegnamenti del maestro Rapisardi ed alle prime militanze sceniche tra le fila della Compagnia della spada in qualità di duellanti. A contatto con il magico mondo delle rievocazioni storiche medievali all'unico pensiero di Giuda e Caino se ne aggiunse un secondo: fondare un gruppo di spadaccini anche nella bella Verona. Fu così che, colti da uno smarrimento temporaneo, hanno contribuito alla nascita dell'Ordine della lame scaligere con il titolo di Capitani di Ventura (no! non sono dei personaggi dei fumetti e tantomeno dei filetti di merluzzo) ovvero di registi e responsabili di spettacolo. L'attività di quel periodo si rivelò presto fonte di belle esperienze, dall'organizzazione di rievocazioni medievali coinvolgenti artisti e duellanti storici di ogni sorta sino all'improbabile comparsa di Caino nel ruolo di Romeo in un cortometraggio di produzione giapponese ispirato all'opera Shakespeareiana "Romeo e Giulietta". Durante le elezioni primaverili del '98 i nostri si posero un quesito: Cosa può tangere più della spada? Sebbene anche Sandra Milo avrebbe risposto con naturalezza "la penna" Giuda e Caino concordarono che la risposta potesse essere "Nembo Kid" o "il fuoco" propesero per la seconda in quanto non seppero contattare il primo (non c'è mai quando serve). La leggenda vuole che da quel giorno nacque la Flamma Draconis e per 9 splendidi anni i due commisero le peggio cose e accrebbero la discutibile reputazione del gruppo.


Dal 2007 la Flamma continua le scorribande medievali rinnovando la formazione con nuovi artisti del fuoco (leggasi "aspiranti suicidi") che il superstite Caino recimola con la solita promessa di una birra...
deco
Caino il Pio Non beve mai...oltre il necessario, non bestemmia...quasi mai, non giace con dame...se non a pagamento ma soprattutto non ha mai ucciso il fratello...per ora. Se desiderate conoscere questo guazzabuglio di castità e virtù recatevi in ogni sorta di bettola e se non doveste avvistarlo provate a sbirciare sotto i tavoli...potrebbe essere colì in meditazione profonda colto dallo spirito di-vino. Enrico è spettacolante dal '96 affrontando con sprovvedutezza ogni sorta di palco, piazza o contesto bizzarro gli si parasse innanzi.
deco
Abele il Minuto. Semplice, goffo o semplicemente goffo, Abele è il tipico apprendista che cerca inutilmente di superare, impressionare ed in fine (per lo meno eguagliare) il maestro e fratello Caino. Generato da una scappatella della madre con il dio Mercurio, nonostante le divine origini si dimostra pessimo nell’arte del furto, dell’oratoria e del commercio… ma anche in generale. Per campare decide dunque di seguire il maestro Caino, con la magra consolazione di aver comunque ereditato qualcosa dal divino padre... Abele infatti non avrà le ali ai piedi ma sotto le coperte. Il suo motto: “Soffrirò… Morirò… ma intanto sole, vento, vino, trallallà”. Francesco è spettacolante dal 2008, artista dal 2003 e pirla da sempre.

deco
Caterina Malasorte Tristemente nota per la sua naturale copresenza con fatti catastrofici è in fase di beatificazione come santa protettrice di corvi, becchini ed esattori delle tasse. Basti sapere che quando lei attraversa la strada i gatti neri fan le corna e tocan ferro. Giunta miracolosamente a noi salpando dalle rive del mar Nero a bordo di una nave mercantile carica di sale e colata a picco innanzi il tavoliere delle Puglie. Specializzata nella danza con elementi fiammeggianti. Ksenia ha fatto parte degli Inflames e lavorato come artista in più di un parco di divertimenti.

deco
Nerone l'Estinto Di lui si son perse le oringini. Estinte appunto. La leggenda lo narra addirittura Estinto Re o Imperatore di Roma. Interrogato sull'incendio del 64 a.c. è solito delirare "Non faccio il pompiere. Roma sarà più bella e superbia che pria! Bravo! Grazie!" per concludere spesso in deliri amorosi come "Poppea non poppa più...". Matteo ha lavorato dal 1995 al 2009 in diverse compagnie teatrali veronesi di prosa, teatro-danza e cabaret (Teatro Alcione, Teatro Nuovo, Arte3, Joglar/0376).